Statistica donazione viventi d'organo

In base all'analisi statistica risulta che attualmente 2/3 delle donazioni sono fatte da donne. Il testo della nostra website tiene conto di questo dato di fatto, facendo frequentemente uso, nella formulazione, del genere femminile e comprendendo implicitamente anche il genere maschile.


Statistica riguardante la donazione

Nel 2002, in Svizzera, il numero di trapianti da donatore vivente è stato per la prima volta superiore a quello di trapianti da donatore in morte cerebrale, un’evoluzione questa simile ad altri paesi occidentali.

Mentre nella prima metà degli anni 90 si eseguivano solo pochi trapianti da donatore vivente, oggigiorno questa forma di trapianto è diventata usuale.

Confronto tra donazioni di reni da viventi e donazioni da cadavere in Svizzera (1994-2018)

Fonte: UFSP/Swisstransplant
 

Per quali motivi il trapianto renale da donatore vivente prende sempre più piede?

Vi sono due ragioni principali: la mancanza di organi da donatori in morte cerebrale in quasi tutti i paesi ed il fatto che i risultati dopo trapianto di organo da donatore vivente sono decisamente migliori. Le tecniche operatorie e di anestesia sono inoltre nettamente migliorate. I rischi per un donatore vivente d’organo sono pochi. I vantaggi del trapianto d’organo da donatore vivente ne bilanciano di regola i rischi.